Per un momento ( foto©Massi )

Massi

foto ©Massi

Corri , corri forte.
Il respiro si fa corto.
la stanchezza spezza le gambe.
Ti fermi.
Eccolo il momento.
Respiri piano, ti siedi
e lasci che il tremito t’abbandoni.
chiudi il mondo fuori.
e ti sembra di essere lì.
Immersa tra essenze e tepori umidi
sciolti tra i sassi.

Il mondo avanza piano.
I rumori sono tanto lontani.
Il profumo ti schiaccia la pelle,
entra nelle vene
e quando si fa strada nella gola,
tra le rughe degli occhi,
nella voce che non esce,
nelle braccia abbondate lungo i fianchi,
e ti prende la mente e la lancia lontano , ad un passo da te,
eccolo il momento.
Stai volando, senza ali.
Stai ascoltando quel suono che mai cessa.
Stai pettinando il mare con le tue carezze.
Stai pregando senza parlare a Dio.
Stai piangendo senza lacrime.
Stai raccogliendo pietre che non hanno più peso.
Stai vivendo perché la morte t’abbandoni.

E’ finita e tutto inizia a vivere.
Eccolo il momento.
Ti alzi , raccogli la mente e tutto quello che intorno a te
è sparso e vai.
Vai leggera e capace di curare
tutte le tue ferite.

Era solo un momento…
il sole abbaglia di nuovo
e il vento spazza via tutta quell’umida illusione.

vento

Advertisements

16 thoughts on “Per un momento ( foto©Massi )

  1. Fantastica….
    sembra sentirla la forza del mare scivolare tra sassi e conchiglie, la forza del vento scompigliare parole e capelli.
    Leggo in silenzio la poesia, in sottofondo solo il rumore della notte.
    Guardo incantata la fotografia, qualcosa lentamente scende.
    E’ una goccia salata…

    Ti abbraccio 🙂

    1. ..ho voglia di sentirti…
      è un po’ di tempo…
      ma te con il tuo lavoro sei sempre in prima linea.

      ma mi domando: che ci fai alzata alle 2 di notte ?
      la notte si dorme, a meno che …i pensieri scompiglino quel silenzio fastidioso
      che è un monosuono incredibilmente rumoroso.

      Ti abbraccio dolce Carla.

      1. La notte lavoro al computer e la mattina ho le relazioni pronte… però l’orologio va indietro di 2 ore.
        ……e adesso corro a telefonarti! 🙂

      1. Mille grazie, vado subito a visitare!
        E poi lo sai che mi fa tanto piacere parlarti, qualche sana risata di gusto ce la dobbiamo pure concedere, non credi? E di risate urca se me ne fai fare…. sei mitica, troppo forte ragazza mia! Ci siamo fatte una bella chiacchierata e con questa giornata ci voleva proprio!
        A presto, presto

      2. mi e` balenata in testa una frase
        che voglio scrivere qui, subito.
        “Le migliori persone che conosco sono clontane da me”.
        E vorrri che tu e tutte quelle persone
        che leggo e con cui parlo per telefono
        o che solo per una volta ho visto e abbracciato ..e come dico io
        “annusato” credessero col cuore in cio’che scrivo.
        E ci sono giorni in cui questa certezza
        si impossessa dei miei pensieri.
        Grazie Carla, a te e ai miei merabigliosi contatti.
        vento

      3. Sai Ivana, a volte mi capita di avere nostalgia di un ricordo, magari rappresentato da una casa dove ho vissuto da bambina. In particolare ne ricordo una bianca con una grande scalinata, c’erano gli ulivi e una vecchia loggia con i panni stesi al sole. Da quella loggia si vedeva il mare. Ricordo ancora il fuoco nel camino sempre acceso perché si cucinava sulla brace. Quanto mi manca l’odore del pane fresco fatto in casa o l’odore del mosto che diventava vino e tutte le persone adulte sedute in quella cucina al pianterreno col pavimento di mattoni rossi che mi guardavano e mi facevano sempre un sorriso…
        Sono ricordi lontani da me che fanno pazze giravolte e spesso ritornano alla mente. E quando si riaffacciano li sento incredibilmente vivi e realistici, mi sembra proprio di tornare in quella casa e che quella casa ritorni a vivere. Mi giro e a quelle persone gli restituisco il sorriso.
        Ecco… questo per dirti che nessuno è poi così lontano, neppure un ricordo, quando è così vicino nel nostro pensiero.
        In questo momento, per esempio… ti sento accanto. 🙂

  2. Evvabè, tu e Carla chiacchierate ed io?

    Maddai, come potete farlo senza di me? 🙂

    Oggi mi sento un pochetto pigro e allora quoto il commento di Carla e lo faccio tutto mio e aggiungo che entrambe le cose, le tue parole e la foto mi fanno pensare ad uno scenario fantastico, ed è magnifico.

    ‘riggio! 🙂

    1. dolce che sei!!!
      in ritardo…lo so…ma sono perennemente in ritardo con tutti…
      Il lavoro il lavoro il lavoro… eeeeeeeeeeeh!!!!
      ma mi perdoni perchè ci sentiamo ugualmente!

lascia il tuo profumo

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s